Home / Germania / Esportare in Germania

Esportare in Germania

“Esportare in Germania significa inserirsi in un mercato maturo, ricco di prospettive, ma anche di sfide da affrontare. Disporre degli strumenti marketing e commerciali adatti per la propria azienda e conoscere i criteri che guidano il consumatore tedesco nell’acquisto di beni e servizi è fondamentale per inserirsi in maniera stabile e duratura nel mercato tedesco.”


Esportare in Germania


Esportare in Germania. Tutte le informazioni e le soluzioni Italia Marketing GmbH

Esportare in Germania é una sfida importante per la crescita di una piccola e media impresa produttiva italiana.

Italia Marketing GmbH, società tedesca di consulenza per PMI, attraverso i propri country manager in outsourcing raccoglie in queste righe quali sono le principali soluzioni per avviare o per consolidare l’esportazione in Germania.  

Di seguito un approfondimento su dieci domande e risposte su come e cosa esportare in Germania.

Per maggiori informazioni su come Italia Marketing puó supportare la vostra azienda nell’esportazione in Germania specifiche potete contattarci con il form a destra o tramite la nostra pagina di contatto.


1. Perché esportare in Germania? Le quattro risposte

Le risposte delle piccole e medie imprese italiana alla domanda “perché esportare in Germania?” sono sempre molto simili.

1 – La Germania rappresenta un mercato estremamente attraente per PMI italiane innanzitutto perché é fisicamente vicino

2 – La Germania é un mercato estremamente stabile, non solo dal punto di vista economico. Anche la stabilità delle condizioni quadro permette di lavorare ed esportare facilmente sul mercato tedesco.

3 – La Germania apprezza il made in Italy italiano. Questo permette evidentemente all’azienda italiana di avere un canale preferenziato nell’export in Germania.

4 – Esportare in Germania permette quindi all’azienda italiana una diversificazione del rischio paese, pur essendo relativamente vicino dal punto di vista culturale e geografico.


2. Quali step per esportare in Germania

Se si ha intenzione di esportare in Germania, é possibile identificare due fasi di esportazione in Germania.

La prima fase è la fase dell’esternalizzazione, ovvero della semplice vendita di prodotti e servizi nel mercato tedesco. In questa prima fase che caratterizza le esportazioni aziendali in Germania non è richiesto un investimento iniziale particolarmente elevato. Esiste oltretutto la possibilità di rientrare nel proprio investimento commerciale in un periodo di breve termine. Anche per quanto riguarda il rischio si può considerare il rischio come naturale rischio aziendale.

La seconda fase su cui ci si imbatte nell’esportare in Germania è la fase dell’internazionalizzazione ovvero nella creazione di rapporti commerciali stabili con partner tedeschi e addirittura nella localizzazione in Germania, sia attraverso l’assunzione di personale dedicato in Germania, sia attraverso la creazione di strutture commerciali ad hoc. Questo chiaramente richiede un livello di impegno maggiore rispetto alla prima fase.

Per ulteriori approfondimenti sul tema, leggi l’articolo di Italia Marketing scritto per PMI.it…


3. Quali prodotti esportare in Germania

Evidentemente l’azienda deve iniziare sempre – nella fase di esportazione in Germania – a provare ad esportare i propri prodotti. In un secondo tempo é peró necessario adattarsi meglio al mercato sulla base delle reazioni del mercato stesso.

Sul nostro sito, alla voce News, abbiamo inserito anche degli approfondimenti specifici su quali prodotti esportare in Germania.

Ad esempio sono disponibili approfondimenti sul tema esportare vino in Germania, esportare mobili in Germania, esportare moda ed abbigliamento uomo ed abbigliamento donna in Germania.  Oppure é possibile visitare la pagina settori del nostro sito per informazioni specifica su cosa esportare in Germania.


4. Quali servizi esportare in Germania

I servizi appartengono invece alla categoria della Logistica, della Subfornitura Industriale, delle Lavorazioni Meccaniche e del Packaging ad esempio. Il Packaging, in particolare, sta acquistando sempre maggior importanza nel mercato tedesco, soprattutto all’interno della categoria dei consumatori con età compresa tra i 18 e i 39 anni. Questi danno infatti sempre più attenzione all’identità del prodotto, alla sua unicità e al design.

Per ulteriori approfondimenti sul tema, leggi l’articolo di Italia Marketing scritto per PMI.it…


5. Esportare in Germania. Con quali strumenti

Altro strumento efficace che permette di capire se il proprio prodotto potrà avere successo e essere apprezzato in Germania è quello della partecipazione a fiere. Esse si caratterizzano per la semplicità di realizzazione. Richiedono tuttavia di aver preventivamente effettuato un’importante scelta, ovvero in che canale e in che mercato si intende Esportare in Germania. Infatti all’interno di queste esiste una grossa disomogeneità del mercato di riferimento.

Gli strumenti a disposizione delle aziende in questa fase richiedono uno sforzo maggiore perché prevedono la propria presenza fisica in Germania. Un esempio? L’apertura di una società in loco che richiede un livello di esportazione molto importante in cui esistono esigenze di marketing specifiche sul Paese; l’avviamento di una distribuzione di proprietà che comporta il solo problema legato alla logistica perché poi ogni azienda può ottimizzare il suo lavoro autonomamente; l’apertura di propri point of sales, soluzione ideale per le aziende che intendono Esportare in Germania prodotti di nicchia.

Per ulteriori approfondimenti sul tema, leggi l’articolo di Italia Marketing scritto per PMI.it…


6. Esportare in Germania. A chi affidarsi

Fondamentale in questa fase è servirsi ad esempio di una figura qualificata come un Export Manager Germania che si incarica di attuare un supporto costante nell’attività di esportazione. Questa figura rappresenta uno degli strumenti ideali a disposizione delle aziende che intendono Esportare in Germania perché permette loro di instaurare un rapporto diretto con il cliente. Le aziende possono ottenere così un ottimo feedback dal mercato e possono essere consapevoli di ciò che piace e ciò che non piace del proprio prodotto. Nel secondo caso, si può capire come accedere nuovamente a questo mercato in futuro qualora l’azienda non sia stata in grado di Esportare in Germania nell’immediato.



7. I documenti necessari per esportare in Germania.

Per esportare in Germania non sono normalmente necessari documenti particolari.

In linea di principo da un punto di vista contabile la vendita in Germania é paragonabile alla vendita domestica.

In alcuni casi tuttavia, sono necessari documenti specifici. Ad esempio l’esportazione di vini é soggetta a documentazione di accisa. E’ quindi necessario accordarsi con l’importatore o con il trasportatore per capire chi si debba incaricare di questa procedura.

Un capitolo a parte riguarda gli imballaggi che vengono utilizzati nella spedizione.

I consulenti Italia Marketing affiancano anche in queste tematiche i nostri clienti per permettere una gestione fluida di tutti gli aspetti delle esportazioni in Germania.


8. Esportare in Germania. L’IVA

Per quello che riguarda il regolamento IVA questo dipende da molti elementi. In particolare é necessario capire se le vendite avvengono tra aziende e o tra aziende e privati.

Un’ottima guida a proposito é la guida della comunità Europea sull’IVA transfrontaliera: https://europa.eu/youreurope/business/taxation/vat/cross-border-vat/index_it.htm


Contatta Italia Marketing per le soluzioni relative a come esportare con successo in Germania

Per maggiori informazioni sui nostri servizi, contatta la nostra azienda al numero +49 228 9628490 o tramite il presente form…


Top